Reti mesh e pasticciate: cosa c’è da sapere?

0
Reti Mesh
Foto di Fastweb.it

Reti mesh

Una rete mesh, rete a maglie in italiano, basa il suo funzionamento sulla condivisione delle risorse e dei contenuti anziché sul loro accentramento; è una rete di tipo cooperativo in cui tutti i componenti partecipano alla diffusione di qualsiasi cosa transiti attraverso di loro.

Il funzionamento di questa rete è basato su quello di nodi che lavorano come ricevitori, trasmettitori e verificatori dell’integrità della rete. Sopperisce ad eventuali difetti locali continuando a diffondere le informazioni usando gli instradamenti più adatti e vicini al nodo guasto; la rete può essere basata su cavi Ethernet, fibra o simili e può funzionare anche quando i collegamenti esterni, verso internet, non sono possibili ma è necessaria una grande modularità di funzionamento su diverse bande di frequenza. L’ultima versione proposta è quella basata su Bluetooth LE, lo standard Bluetooth a basso consumo energetico, low energy,  o LE, se volete usare l’acronimo inglese che lo indica.

Bluetooth

Nelle telecomunicazioni, con questo nome ci si riferisce ad un metodo per trasmettere dati e, potenzialmente, qualunque altra cosa sia trasmissibile tra dispositivi diversi. Di solito la trasmissione è a breve distanza e avviene attraverso reti senza fili economiche e sicure.

Il trasmettitore ed il ricevitore possono essere posti al massimo entro qualche decina di metri di distanza tra loro e possono avere la forma di qualunque dispositivo dotato delle opportune caratteristiche software e hardware. Se si desidera avere nozioni più approfondite del protocollo Bluetooth, Wikipedia è un buon punto di partenza; se invece si preferisce avere le ultime notizie ufficiali c’è il sito del gruppo che ha proposto questo standard. In italiano potete accedere a questo articolo che ho trovato in questo blog; va benissimo per chi non si interessa più di tanto alle reti. In quell’articolo ci sono citazioni di fonti, in lingua inglese, che suggerisco di consultare per completare questo e quell’articolo.
Prima di chiudere con questo argomento una piccola postilla sulla versione LE: è la versione di Bluetooth adatta a quei casi in cui si desidera avere a che fare con una rete a maglia ottimizzata nei costi e nello standard di trasmissione il più simile possibile ad una rete Bluetooth classica.

Reti pasticciate

Prima di chiudere una nota di umorismo, non mio, ma dell’autore di un articolo su un nuovo standard USB descritto in uno dei blog che vanno per la maggiore (oltre quello che ospita queste righe, naturalmente). Suggerisco di dargli almeno una sbirciata per gustarsi la sottile ironia che aleggia tra quelle righe quando l’autore cerca di districare se stesso e il lettore nel pasticcio che qualcuno si ostina a spacciare per il protocollo di trasmissione USB.

Dopo le ultime modifiche, ora sembra fatto apposta per generare confusione in chi cerca di comprendere questo protocollo e le varianti che si porta appresso. Ora sono possibili, almeno potenzialmente, altre reti o catene di dispositivi basate sul protocollo USB in versione 3.2. Conserva i cavi delle varianti precedenti aumentandone le caratteristiche trasmissive….di picco ma non quelle medie, come ogni catena di dispositivi USB che si rispetti. Se si desidera conoscere, per sommi capi, qualcosa in più su di questo sub-protocollo, dall’altra parte di questo collegamento ci sono le informazioni adatte a questo scopo. In quella pagina si arriva alla versione 3.1, quella successiva, quella proposta, la 3.2, de facto, si limita a raddoppiare la velocità di connessione di tutte le versioni precedenti, USB-C compresa, dimezzando la capacità di comprendere come ci riesce e la ragione che ha spinto a presentarla al mondo.

Alla prossima chiacchierata.

N.B: L’immagine di testa rappresenta la terra coperta da reti mesh. L’immagine è una copia presa dalla rete il cui originale si trova in fastweb.it .

Lascia una reazione al nostro articolo! 🙂
Share This

Grazie per aver letto il nostro articolo!

Condividilo per supportarci, grazie infinite!