Come valutare un ripetitore wireless

0

Chi ha un’abitazione molto grande, oppure delle stanze con corridoi molto estesi, può capitare che la connessione wireless erogata dal router, non arrivi in tutti i punti, soprattutto quelli lontani.

Per questo motivo esistono dei dispositivi chiamati range extender, che ti aiutano a rilanciare il segnale WiFi a te necessario.

Come per tutti i prodotti che puoi acquistare, ce ne sono tanti diversi e capire quello che ti è più utile non è sempre facile, sopratutto quando si è alle prime armi.

In questo articolo, potrai capire in modo semplice e veloce, come si valuta un ripetitore wireless.

Come scegliere un ripetitore WiFi

Quando devi fare un acquisto, devi cercare di portare a casa il miglior prodotto al miglior prezzo, devi sapere scendere a compromessi, altrimenti rischierai sempre di spendere soldi inutilmente.

Cos’è un ripetitore wireless?

Molto brevemente un dispositivo di questo tipo, cattura il segnale di una rete WiFi da te selezionata, e la rilancia nell’aria in una determinata direzione.

Il fattore che li rende molto utili è la possibilità di creare una rete wireless, senza avere a disposizione un cavo che arrivi direttamente dal router, ma tramite una semplicissima presa della corrente elettrica, rilanciando un segnale già esistente.

Un altro punto forte di alcuni di questi dispositivi è il fatto di avere una porta ethernet RJ45, perciò oltre a metterti a disposizione una rete WiFi potente e stabile, ti daranno la possibilità di collegare un dispositivo cablato.

Il punto a sfavore di questi dispositivi invece è che quando il segnale viene rilanciato viene dimezzata del 50% la capacità della tua rete WiFi (quella rilanciata), di portare dati. Perciò il consiglio che ti posso dare, è quello di avere a disposizione anche un buon router.

Come si valutano i range extender?

Ora che sei arrivato al punto caldo di questo articolo, scoprirai come valutare un range extender, in modo da effettuare un acquisto in tutta autonomia.

Quando valuti questo tipo di prodotti, bisogna sempre considerare la tipologia della rete generata, che può essere di due tipi:

  • n: la WiFi n sfrutta la banda di frequenza a 2,4 GHz e può arrivare a portare sulla rete, fino a 300 Mbps.
  • AC: sfrutta due bande di frequenze contemporaneamente, quella a 2,4 GHz e quella 5 GHz, in modo da combinarle per ottenere più velocità.

Devi considerare anche, che non tutti i dispositivi possiedono la capacità di sfruttare la banda a 5GHz, perciò anche se disporrai di questo tipo di rete wireless, non saranno in grado di sfruttarla, ed utilizzeranno solo quella a 2,4 GHz. Tieni conto che il 90% dei dispositivi di ultima generazione, sono in grado di supportare questo tipo di protocollo, computer e smartphone più datati invece non possono usare la 5GHz.

Altre funzionalità interessante che i ripetitori wireless sono in grado di mettere a disposizione, come dicevo prima è la possibilità di avere una porta RJ45, grazie alla quale potrai collegare un dispositivo tramite un cavo di rete.

Se hai ad esempio una TV oppure una console per i videogiochi, potrebbe essere l’ideale.

Avere a bordo una porta USB potrebbe essere un’altra valida soluzione. Grazie ad essa potrai collegare delle memorie esterne per condividerle sulla rete, oppure una stampante per poterla raggiungere da qualsiasi dispositivo.

Nei range extender più potenti, è anche possibile avere un output con mini jack, ed un server multimediale all’interno. Grazie a ciò potrai collegare un dispositivo di riproduzione, ed in poche parole potrai riprodurre la musica direttamente dalla tua rete, senza collegare alcun cavo al tuo smartphone oppure al tuo lettore mp3, nel caso fosse provvisto di una connessione WiFi.

Quali sono i fattori determinanti?

Quando si valuta l’acquisto di un ripetitore wireless in poche parole, devi sempre avere sott’occhio la quantità di Mbps che la rete WiFi da esso generata è in grado di supportare.

La presenza di una porta USB, oppure una RJ45 sono degli optional ma pur sempre utili, starà a te decidere in base alle tue esigenze.

Conclusioni

Ora che hai capito quali sono le features da valutare durante l’acquisto di un range extender, non ti rimane altro che passare all’azione e trovare quello che fa per te.

Nel caso non sapessi dove sbirciare, ho trovato per te delle utilissime recensioni su Roba Da Informatici, che ti aiuteranno a capire quali sono i migliori dispositivi sul mercato ad oggi.

Lascia una reazione al nostro articolo! 🙂

Dall'età di 14 anni coltivo la passione per la tecnologia. Mi interessano argomenti quali WEB Marketing, Copywriting & SEO. Appassionato Apple, sempre informato sulle ultime novità iOS e OS X e sempre pronto a risolvere i problemi degli utenti della mela.

Share This

Grazie per aver letto il nostro articolo!

Condividilo per supportarci, grazie infinite!