Image default
Apple News News

Come e quando aggiornare il nostro iPhone… e alcune novità!

Apple ha da poco introdotto sul mercato il suo nuovo sistema operativo ed ha inoltre, durante l’evento a Cupertino, svelato i nuovi modelli di iPhone e i suoi nuovi servizi, come Apple Arcade e TV+. Sicuramente il nuovo iOS 13 introduce molte funzionalità, soprattutto in termini di sicurezza per l’utente, ma è ancora possibile aggiornare il proprio dispositivo con le continue patch messe a disposizione dall’azienda. Andiamo dunque a vedere come e quando possiamo aggiornare il nostro iPhone.

La durata media di un dispositivo iOS è di due anni. Questo dato tiene conto dei cicli di ricarica della batteria, degli aggiornamenti frequenti e delle prestazioni al top. Dopo un determinato periodo, infatti, non sarà più possibile aggiornare il proprio dispositivo e pian piano diventerà obsoleto. Ad esempio, è ciò che sta succedendo con l’iPhone 4, ancora sul mercato ma con l’ultimo aggiornamento possibile, e anche gli iPhone 5, che con l’aggiornamento 10.3.4 sono ancora funzionanti ma con iOS 11 a 64-bit no.

Ancora funzionanti e ancora in aggiornamento invece sono tutte le versioni di iOS dalla 9 in poi. L’ultimo aggiornamento infatti risale a quest’estate. Per chi invece possiede un dispositivo non più aggiornabile, il consiglio è quello di optare per un nuovo dispositivo, prima di perdere funzionalità molto utili e compatibilità con le app. Tutte le versioni di iOS e le relative release e aggiornamenti sono disponibili online anche sul sito ufficiale.

La nuova versione di iOS, la 13, resa da settembre disponibile a tutti gli utenti Apple, è compatibile con i seguenti modelli:

  • iPhone 11 / Pro 7 Max
  • iPhone X / XS / XS Max / XR
  • iPhone 8 / Plus
  • iPhone 7 / Plus
  • iPhone 6s / Plus
  • iPhone SE

Per aggiornare il vostro dispositivo iOS ci sono vari modi, il primo dei quali è l’OTA, l’over the air, che è la procedura più semplice. Basta entrare in impostazioni, generali e aggiornamenti software. Qui il sistema provvederà a cercare l’update e ad installarlo in automatico. Un altro sistema per aggiornare il proprio iOS è quello di utilizzare link diretti che non passano quindi per l’OTA. In ogni caso prima di iniziare il download di aggiornamento è consigliato effettuare un back up totale di tutti i vostri dati – nel caso qualcosa andasse storto – ed utilizzare anche delle connessioni sicure, magari con una VPN, per effettuare il download dei dati. Un altro metodo per aggiornare il sistema è utilizzare iTunes e collegare il dispositivo al computer, metodo più lento e meno immediato.

Tra le novità del nuovo sistema operativo, già installato su iPhone 11, troviamo:

  • GPU e CPU: nettamente migliorate, con prestazioni altissime che dimezzano i tempi di apertura e il peso in download.
  • Account, accesso e dati personali: Creiamo account ogni giorno, per questo Apple ha pesnato di dare la possibilità ai propri utenti di creare nuovi profili utilizzando l’Apple ID, oppure di utilizzare una mail temporanea, creata da Apple, in modo da non svelare i propri dati personali.
  • Trova il mio iPhone: funzione già presente sugli iPhone ma che ora è stata migliorata e potenziata, rendendola disponibile anche attraverso il Bluetooth, offline e che parli con un Mac o altro dispositivo Apple.
  • Tra le nuove feature troviamo anche il tema scuro, nuovi effetti e filtri per le foto, nuovi emoji e memoji, e nuove funzioni nelle app promemoria, mappe e anche salute, oltre al quickpath inserito in tastiera.
Prima di andar via, se ti siamo stati d'aiuto, che ne dici di lasciarci un like su Facebook? Per noi è importante 🙂

Leave a Comment